• dal Lunedì al Sabato 08:00-20:00
  • Ricevi la visura in pochi minuti nella tua mail
  • 0557324434
  • info@visureclic.it
  • Chat online

I nostri Servizi Catastali

VISURA CATASTALE

per Immobile, per Soggetto, per Indirizzo

ESTRATTO Visura

per Immobile, per Soggetto, per Indirizzo

Altre Visure

Rendita, Elenco Immobili, Mappe…

Il termine catasto (derivato dalla lingua greca κατάστιχον, o κατά στίχον, “riga per riga”) viene utilizzato, in senso generale, per indicare qualsiasi rilevamento sistematico di oggetti omogenei, tipicamente accompagnato da una mappa e da un registro. Un esempio è il catasto dei terreni. Quello più noto è il catasto edilizio.

Il catasto edilizio è costituito dall’insieme di documenti, mappe e atti, che descrivono i beni immobili (indicando luoghi e confini), nome dei possessori, rendite. Con le rendite si calcolano tasse e imposte.

catasti comunali o estimi del Medioevo stabilivano che i cittadini avessero iscritti in essi i loro beni mobili e immobili. C’erano spesso grandi differenze tra gli Stati. Con l’Impero napoleonico i funzionari applicarono un modello comune. Tuttavia solo con l’unità d’Italia ci fu una grande rielaborazione dei catasti, poiché i sistemi in uso negli stati preunitari differivano ancora fra loro per metodo ed evidenze; alcuni erano geometrici, altri descrittivi, qualcuno mancava di triangolazioni, di misurazioni, di scale e di diverse basi. Con la fine della Prima Guerra Mondiale entrano a far parte del Regno d’Italia le province della Venezia Tridentina (Bolzano e Trento) e della Venezia Giulia (Trieste, Gorizia, Fiume, Pola e Zara). Con esse viene ereditato il Catasto Austriaco, che viene mantenuto in vigore parallelamente al Catasto Italiano perché può dare indicazioni di carattere probatorio. Fino al 1861 il Catasto Italiano era formato da nove compartimenti catastali, con l’entrata del Catasto Austriaco nasce così il decimo compartimento catastale delle Nuove Province. La necessità di facilitare l’incrocio delle informazioni da parte dell’anagrafe fiscale ha portato alla digitalizzazione del sistema catastale.